.
.

Sfondo immagine

Calcoli

Questa sezione è molto importante in quanto dà la dimensione quantitativa degli eventi, trascurando la quale, si può dire tutto e il contrario di tutto.

Il fabbisogno energetico mondiale è enorme, ma le fonti attualmente sfruttate servono solo a garantire lo stato attuale della società.

Le risorse energetiche necessarie a far fronte a problemi eccezzionali non ci sono. Vediamo alcuni problemi che sono intrattabili con le risorse attuali:

Asteroidi

Molti non sanno che un asteroide di 6 km alla velocità standard di 20 km/s, ha un un'energia distruttiva equivalente a tutte lo fonti energetiche fossili che l'uomo ha a disposizione (compreso l'uranio usato per la fissione nucleare).

Trasloco su altri pianeti

L'energia necessaria a spostare solo la popolazione mondiale su un altro pianeta (tipo Marte) è equivalente a 30 anni dei consumi attuali; se poi aggiungessimo gli eventuali alimenti per il viaggio e eventuale attrezzatua per poter vivere, tutte le risorse energetiche fossili del mondo non sarebbero sufficienti.

Da questi e altri problemi (per fortuna solo eccezzionali) si capisce che un'eventuale nuova fonte energetica che volesse dare una prospettiva futura all'umanità, deve avere una grande intensità.

(Tutti i calcoli necessari per affrontare i problemi suddetti sono disponibili nell'App dedicata all'energia).

Asteroidi

Oltre 6000 asteroidi dal diametro di oltre 100 m navigano entro lo spazio che dista dal Sole meno di 195 MKm. Tale spazio è definito: Area PHA. Non parliamo di se capiterà... ma soltanto di quando avverrà!

Gli asteroidi inferiori ai 100m e che comunque sarebbero pericolosi sono milioni!! Questi oggetti più piccoli spesso li vediamo solo poche ore prima del loro impatto!

Qualcuno potrebbe pensare che l'ultimo impatto catastrofico sia successo 65 milioni di anni fa con l'estinzione dei dinosauri, e che quindi tali impatti non siano così frequenti, ma non c'è da stare tranquilli!

Se la frequenza di un impatto catastrofico, in media fosse di un caso ogni 65 milioni di anni; i milioni di anni che sembravano lontanissimi, invece diventerebbero estremamente vicini.

Un assaggio è già arrivato nel 2013 quando l'asteroide DA14 del diametro di 50 m passò vicino alla Terra. Nella seguente immagine si vede, partendo da sinistra: la Terra, l'asteroide DA14 (punto nero), la posizione dei satelliti geostazionari (punto azzurro), la Luna (punto grigio all'estrema destra).

L'asteroide DA14 è passato molto vicino alla Terra.

Asteroidi

Il problema del sistema solare è che ha la fascia degli asteroidi. Tale fascia è un serbatoio di asteroidi. La probabilità che ogni X milioni di anni un asteroide di grandi dimensioni, si scontri con la Terra alta.

Questo fa si che la vita intelligente ha poco tempo a disposizione per poter progredire e sviluppare tecnologie per evitare lo scontro.

Da questo si capisce che: i governanti che affrontano le crisi economiche, stampando trilioni di dollari / euro, non hanno capito che la crisi non si supera producendo più beni arretrati, ma si deve puntare molto sull'innovazione e la ricerca.

Sfortunatamente nessuno sa con certezza quando cadrà l'asteroide che potrebbe cancellare l'umanità da questo pianeta, ma una cosa è sicura, che quando lo sapremo, non avremo il tempo di preparaci, se non l'avremo già fatto prima.

Gli egoismi nazionali, le differenze culturali, l'avidità delle popolazioni rischiano di farci arrivare impreparati al fatidico scontro con l'eventuale asteroide.

Penso che unire le forze sia una necessità di sopravvivenza!

Si deve puntare con determinazione (trilioni di dollari/euro) in ricerca (sia teorica che tecnologica) e sviluppo innovativo. Se arriveremo impreparati a un tale evento catastrofico, faremo tutti la stessa brutta fine!